• +39 080 502 6873
  • info@tecnomatic-ba.it
  • Lun / Ven: 08.30 – 13.00 / 15.30 – 19.00
assistenza manutenzione faac

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

Da alcuni anni il CEN, Ente Normatore Europeo, su mandato della Commissione Europea, sta affrontando il problema della sicurezza di porte e cancelli. In questo ambito sono stati avviati i lavori relativi a vari aspetti del funzionamento di questi prodotti, fra cui la sicurezza in uso.

A questo proposito sono già state pubblicate una serie di norme a livello europeo, alcune delle quali, come la EN 12445 e la EN 12453, relative a requisiti e metodi di prova per la sicurezza in uso di porte e cancelli motorizzati, sono state tradotte e pubblicate in italiano da UNI il primo agosto del 2002.

In queste norme, ma anche nella EN 12635relativa a installazione e uso di porte e cancelli, si sottolinea con enfasi l’importanza della manutenzione per garantire il corretto e sicuro funzionamento di porte e cancelli e dei loro dispositivi di sicurezza e per garantire la loro durata nel tempo.

Le manutenzioni da eseguire sono quelle consigliate dal produttore dell’intera porta o cancello o dai produttori del serramento e dell’automazione.

Sottolineiamo, comunque, che aldilà delle citate norme e lavori del CEN, non deve essere dimenticato il pronunciamento ufficiale della commissione europea che ha definito porte e cancelli motorizzati macchine a tutti gli effetti e come tali regolate dalla Direttiva Macchine.

Va ricordato che questa Direttiva fa decadere qualsiasi responsabilità del produttore,qualora si manifestino sulle macchine guasti o malfunzionamenti dovuti a mancata esecuzione delle manutenzioni indicate dal costruttore,trasferendole al proprietario o al conduttore della macchina (es. Amministratore condominiale, responsabile D.lgs.626 etc.).

Quanto sopra esposto non è, in ogni caso, qualcosa di nuovo per l’Italia. Il nostro legislatore aveva già sottolineato, sebbene in ambito diverso, nell’articolo 3 del D.Lgs. 626/94(quello relativo alla salute di lavoratori e alla sicurezza dei luoghi di lavoro):

“…[deve essere effettuata]… regolare manutenzione di ambienti, attrezzature, macchine e impianti, con particolare riguardo ai dispositivi di sicurezza, in conformità alla indicazione del costruttore”.

Tenendo conto di tutto questo, ci sembra opportuno proporVi un contratto di manutenzione annuale appositamente elaborato sulle nuove condizioni di mercato.

Naturalmente il contratto non ha il solo scopo di tutelare il Cliente sotto gli aspetti delle responsabilità ma anche di assicurare la piena efficienza dell’impianto con tutti i vantaggi del caso.

Certi di aver fatto cosa gradita, Vi invitiamo ad esaminare gli allegati che completano questa informativa.

© Copyright 2019 Tecnomatic S.a.s. - P.IVA 05733650724